Calendario Eventi

martedì 29 gennaio 2008

La nascita del progetto (2004-2005)


Il progetto Learning Dream nasce (tra la fine del 2004 e l'inizio del 2005) dal desiderio di condividere la meravigliosa esperienza tecnologica e formativa che ha accompagnato gran parte della mia vita dal 1983 al 2004.
Nasce dal desiderio di diffondere ed integrare modelli ed esperienze che hanno permesso di raggiungere traguardi importanti ed ambiziosi.

Gli anni trascorsi nell'I.C.T.(Information & Communication Technology) di una banca particolarmente attenta all'innovazione, accanto al mio grande facilitatore Alessandro Casati, hanno influenzato e stimolato la mia crescita e la mia esperienza personale nel settore tecnologico in particolare.

Ovviamente ogni azienda, deve per forze maggiori, focalizzare la propria ricerca sulla risoluzione di problematiche specifiche ed è per questo motivo che la nostra sperimentazione seguiva logiche ben precise che però non ne limitavano la creatività dei singoli, ma anzi la sostenevano e la incitavano ad esprimersi.

Purtroppo gli accadimenti legati al business nel quale si muoveva l'azienda nella quale operavo ne hanno influenzato e limitato lo spazio che il management precedente offriva alla creatività e il drastico cambiamento ed adeguamento a modelli più tradizionali di organizzazione del lavoro hanno influenzato e cambiato il modello operativo che sosteneva lo spirito imprenditoriale dei singoli a sostegno dell'azienda.

Tutto questo, si è dimostrato assolutamente utile ai fini dell'importante processo di integrazione che stavamo vivendo, ma tuttavia si è dimostrato un limite a quella innovazione che ci consentiva di avere quella caratteristica atipicità più volte riconosciutaci da molti.
Atipicità che ci ha permesso in passato di anticipare le richieste dei nostri clienti interni ed esterni. Ci ha consentito di essere snelli e flessibili e di farci trovare in anticipo sulle richieste che poi si manifestavano successivamente e che ci trovavano quindi pronti e preparatissimi a rispondere.

Ogni limite imposto ci restringe il campo visivo e rischia di rendere persone come me che sono fermamente convinti che "fantasy is creation" (la fantasia è creazione), apatici e privi di passione.

Ma quando è la passione pura a sostenere i nostri sogni e la determinazione una delle caratteristiche che i risultati ottenuti in passato hanno contribuito a rafforzare... beh allora trattenereè davvero impossibile....

La creatività pura (nelle sue varie forme) è quella cosa che può continuamente permetterci di innovare e sperimentare, ed è una tentazione dalla quale non riesco ancora a trattenermi (mia mamma dice che la prima cosa che ho imparato a dire è: ‘perchè?’).

DREAM significa semplicemente SOGNO, il mio sogno.
DREAM perché di solito è nel silenzio della notte che la mia fantasia viaggia indisturbata (di solito dormo poco, in modo particolare se voglio ottenere qulacosa che ritengo importante).


Gli occhi che ho usato per il logo sono quelli di una bambina (indovinate di chi), perché è solo guardando il Mondo in questo modo che possiamo riscoprirlo di giorno in giorno.


Learning Dream, nelle sue primissime fasi embrionali muove i suoi primi passi verso la concretezza nell'ambito in cui può dare di piu': nella TECNOLOGIA.

Ecco il motivo percui nelle lunghe e tanti notti di "sogni" ad occhi aperti, progetto una SUITE di PRODOTTI SOFTWARE strettamente correlati tra di loro.
Il buon Maurizio (amico e collaboratore dal 2000) mi segue anche questa volta e fissa con il codice i frizzanti movimenti dei miei neuroni.

Per gli AFFAMATI di tecnologia aggiungo alcune indicazioni che potrebbero risultare difficili per i non addetti ai lavori:
Il codice è descritto con l’UML, il nucleo è in grado di utilizzare nuove specifiche semplicemente importando un XML, il codice è OOP (PHP5), il data base è PostgreSQL.
Aggiungo anche un piccolo schema per sintetizzare meglio il concetto di "SUITE SOFTWARE"

La passione è comunque il vero motore di questo software. :-)


Durante la presentazione mostro la mappa mentale che ho disegnato per rappresentarmi rapidamente il concetto di elearning.
Ho usato la metafora dell'albero (uno degli elementi chiave del progetto Learing Dream), ricordando che se si vogliono raccogliere i frutti bisogna prima lavorare il terreno, seminare i semi del frutto desiderato, utilizzare un buon "fertilizzante", innaffiare e curare il tutto con pazienza ed amore.
Alla fine è poi possibile raccogliere i frutti desiderati.
Non bisogna dimenticarsi di dare da bere (anche la sorgente e l'acqua che scorre sono elementi che poi ritroverete nella Land Learnign Dream Island), ed avere cura anche dopo aver raccolto i primi frutti.
L'albero nel crescere deve poter rendere + numerose e robuste le sue radici per poter sostenere nel tempo il crescere del volume e della complessità del progetto.
La mappa mentale "elearning tree" ha avuto un enorme successo, e gli amici dell'AICC ne hanno voluto una copia per poterla appendere nei loro uffici :-).
Potete scaricarla ed utilizzarla nel rispetto delle creative commons (citate l'autore Enzo Iodice - Learnign Dream).

Riassumendo possiamo dire che i primissimi passi il progetto Learning Dream li compie mettendo a disposizione il proprio know-how e la propria esperienza nel campo degli standard elearning e nella tecnologia informatica.
Learning Dream lo fa seguendo comunque un approcio molto empirico: mette a disposizione una SUITE di prodotti SOFTWARE che non è solo un LCMS in creato seguendo le specifice AICC, è in realtà una suite di prodotti strettamente correlati tra di loro.
Ogni software può singolarmente svolgere il suo compito, ma è nella integrazione con gli altri strumenti della SUITE che contribuisce a fare la differenza.

Learning DREAM SUITE è quindi un sistema integrato di gestione delle risorse umane.


L’obiettivo di Learning Dream è quello di MISURARE l’apprendimento.
L’e-Government dei processi formativi è un fattore chiave dal quale aziende e istituti non possono evitare di imbattersi.
Bisogna assolutamente misurare l’apprendimento se davvero si vuol parlare di formazione.
Learning DREAM mette a disposizione strumenti che permettono di misurare il fenomeno e la suite arricchisce il quadro con strumenti che offrono una panoramica più completa sulle risorse che la utilizzano.

La possibilità di calare all'interno dell'azienda o dell'istituto i vari moduli della suite, consente di approciare ad un inserimento graduale e consente di preparare le persone e l'azienda ad affrontare, monitorare ed accompagnare il cambiamento che innovazioni simili si portano appresso.

Per vedere in dettaglio come funziona Learning Dream SUITE rimando alla presentazione che ho tenuto sul progetto quando l'ho annunciato ad Helsinki, in Finlandia nel giugno 2005 in occasione del meeting internazionale AICC.
http://www.aicc.org/docs/meetings/27jun2005/enzo/index.html

Cio' che mi premeva raccontare oggi e' quello che molti di voi mi hanno chiesto, e cioe' la nascita del progetto Learning Dream e le motivazioni che mi hanno spinto a realizzare un sogno.

Learning DREAM in questa prima fase del progetto (2005), vuole dunque essere il mio piccolo contributo alla evangelizzazione degli standard elearning (in particolare dell’AICC), perche' sono convinto che e' solo diffondendo conoscenza che si permette anche ad altri di poter condividere e contribuire in qualche modo al prezioso lavoro di eroici pionieri (e qui in questo pensiero c'e' già il seme di quello che sarà poi nel 2007, Learning Dream Island in Second Life).
Senza le guide e l'esperienza messa a disposizione gratuitamente su Internet da persone che amano ciò che fanno, Learning Plaza e Learning Dream non avrebbero mai visto la luce, e molti utenti avrebbero incontrato più difficoltà a reperire velocemente informazioni per poter svolgere il proprio lavoro.
La mia volontà di annunciare il progetto Learning Dream durante il meeting internazionale AICC è stato per ringraziare da parte mia e di Maurizio il prezioso input che eroici pionieri hanno voluto condividere con chi, come loro, crede che nella condivisione e nel mettersi e rimettersi in discssione ci siano i veri presupposti per un percorso che non sia solo cambiamento, ma anche EVOLUZIONE.

La passione guida i nostri sogni, la determinazione li realizza.

ciao Gilles ;)

domenica 20 gennaio 2008

20 gennaio 2008 nasce il Blog di Learning Dream


Ciao ragazzi, in effetti ci voleva proprio, ed oggi finalmente mi sono deciso a farlo:
nasce il Blog di Learning Dream.



Molti di voi mi hanno giustamente chiesto informazioni sul progetto Learning Dream, quando è nato e quale è la sua MISSION.

Vedremo di scrivere la storia del progetto e il perchè è nato, il suo scopo, la sua mission.
Il Blog sarà anche una bella ed utile occasione per mantenere traccia dei lavori fatti da tutte le meravigliose persone che credono nel progetto Learning Dream.

Grazie a tutti quelli che ci hanno supportato e sopportato fino qui e quelli nuovi che verranno :)))

Gilles